20 espressioni prettamente British utilissime per l’inverno


invernofrasi

‘It’s drizzling’, ‘grab a brolly’, ‘let’s get a cuppa’ or maybe a ‘hot toddy’, sono solo alcune delle espressioni inglesi che vi saranno utili quest’inverno.

La lingua inglese ha una varieta’ infinita di espressioni che spesso confondono quando si prova a tradurle. Ecco qui una lista che vi aiutera’ a capirle ed ad usarle come se foste a Londra da una vita.

  1. Brolly –  E’ un’abbreviazione di umbrella (ombrello), un’espressione un po’ fuori moda, ma ancora ampiamente usata in Inghilterra. “Grab the brolly, it’s started to rain” (Prendi l’ombrello e’ iniziato a piovere).
  2. It’s drizzling, (sta pioviggiando), “It’s only drizzling” (sta solo piovigginando).
  3.  Fine rai; c’e’ una pioggerellina, ma quanto basta per bagnarsi, quindi c’e’ bisogno di un cappotto!
  4. It’s brightening – tipica espressione per dire che il tempo sta cambiando e che presto uscira’ il sole. “Look over there, it’s brightnening” (Guarda la’, sta uscendo il sole, o si sta schiarendo).
  5. Cuppa – ossia cup of tea. (Una tazza di te’) questa e’ un’espressione informale che si usa quando ci si conosce gia’. “Fancy a cuppa?” vuol dire: vuoi una tazza di te’?
  6. Afternoon tea – Non e’ un semplice te’, ma una tradizione, che vede  il te’ servito in un servizio da te’ tradizionale, accompagnato da scones (dolci con uvetta passa) con crema fresca (non la nostra), marmellata e mini sandwiches spesso anche con salmone. C’e’ sempre l’opzione alcolica che prevede un bicchiere di champagne pagando un supplemento. Ecco i migliori locali per un afternoon tea eccezionale secondo il giornale “The Telegraph”
  7. It’s a bit nippy out there – significa semplicemente che fuori fa freddo . Si dice anche “there’s a nip in the air” si sente un’arietta fredda. It’s chilly vuol dire esattamente la stessa cosa. Un vocabolario alquanto vasto solo per descrivere il tempo!
  8. Autumn come il nostro autunno indica la stagione autunnale, mentre in americano e’ chiamato fall
  9. As snug as a bug in a rug; un modo di dire di stare al calduccio indossando una bella sciarpona, cappotto o coprirsi con la coperta della nonna.
  10. Cheers si dice quando si fa un brindisi, ma si usa anche per ringraziare in maniera informale, cheers for that Mark, (grazie Mark).
  11. A round; quando si e’ in gruppo di solito gli inglesi comprano da bere per tutti a turno
  12. Hot toddy; e’ una bevanda alcolica calda fatta con il whisky, miele, limone, erbe e spezie. Si trovano diverse ricette per fare questa bevanda per ternersi caldi in inverno. Qui la ricetta secondo la BBC
  13. Mince pie; un dolce natalizio tipico farcito con un ripieno di misto frutta secca e spezie
  14. Bits and bobs significa aver bisogno di  varie cose. “I am going to the Christmas market to get a few bits and bobs” Vado al mercatino di Natale a comprare varie cose. Un’altra espressione utilizzata e’ “bits and pieces” ed ha lo stesso significato. Qui alcuni dei mercatini natalizi piu’ consigliati da Visit London
  15. Half past 7 come abbiamo studiato a scuola indica le 7:30 o le 19:30 dipende se am per la mattina o pm per la sera.
  16. Chockablock (abbreviazione chocka) quando qualcosa e’ molto piena come per esempio “My schedule for exploring the UK is chocka”, (La mia tabella di marcia per visitare il Regno Unito e’ pienissima).
  17. Full of beans;espressione per descrivere qualcuno che si sente pieno di energia e pronto per l’azione. “You’re full of beans this morning”. Sei pieno di energia questa mattina!
  18. Gobsmacked significa che si e’ fortemente meravigliati. ” I can’t believe it, I am gobsmacked by how much there is to see in London”, (non ci posso credere, sono veramente meravigliato da quanto c’e’ da vedere a Londra.
  19. Fiver/tenner si usa per indicare £5 e £10. Quid si puo’ usare per sostituire pounds (£) sterline. Quindi 5 quid o a fiver e’ lo stesso per dire 5 sterline.
  20. Cheeky si utilizza quando qualcuno fa qualcosa che non dovrebbe fare, ma in maniera buffa ed amichevole che non infastidisce, ma diverte. Gli inglesi molte volte chiamano i bambini “cheeky monkeys” tipo scimmiette biricchine.

Avete sentito altre espressioni che non riuscite a tradurre? Commentate sotto!

 

Lavoriamo in partnership con le migliori scuole di inglese. Ci occupiamo di orientamento corsi di inglese IELTS, Cambridge, business, viaggi studio, adulti, ragazzi, bambini a partire dai 3 anni. Consigli su scuole private internazionali. Sconti per gli studenti europei. Inoltre si offrono servizi di interpretariato e traduzione. Scriveteci a info@languagesalive.com

Advertisements

Come tradurre l’espressione “non vedo l’ora di” in inglese e non solo


Siamo abituati a pensare alle difficoltà che l’inglese ci causa quando si devono imparare nuovi concetti, che in italiano non esistono. Raramente pensiamo però alla prospettiva opposta, cioè partendo da ciò che esiste in italiano e che in inglese è impossibile da tradurre tramite una traduzione letterale. È il caso ad esempio dell’espressione tutta italiana di “non vedo l’ora di fare qualcosa”. Quante volte usate questa espressione in italiano? Immagino che in un giorno la utilizziate centinaia di volte. E quanto sarebbe più semplice la vostra comunicazione se foste in grado di esprimere questo concetto in inglese? Di certo non potete tradurre letteralmente con “I can’t see the hour to do something”, perché per un anglofono questa espressione non avrebbe alcun senso. Per lui o lei esprimerebbe il significato letterale di non “essere in grado di vedere l’ora sull’orologio e di fare qualcos’altro”, insomma una pazzia.

Per questo tipo di espressioni, non si deve quindi ricorrere ad una traduzione letterale, cioè traducendo parola per parola, ma si deve tradurre il concetto veicolato. Riflettendo sull’espressione in questione, si evince che il significato è proprio quello di “avere talmente tanta voglia di fare qualcosa da non poter aspettare”. E in inglese ci si può proprio appellare all’ultima parte della frase appena proposta, cioè quella di “non poter aspettare”. Difatti una delle possibili maniere di tradurre in inglese l’espressione “non vedere l’ora di fare” è proprio “I can’t wait to do something”. In questo modo si pone l’accento sull’impazienza di fare qualcosa, un’impazienza che è trasmessa dall’espressione italiana che stiamo analizzando.

Tuttavia, se si vuole trovare una maniera più elegante di tradurre in inglese quell’espressione, che richiede automaticamente una difficoltà più elevata a livello grammaticale, si può ricorrere ad un’altra possibilità. Si sta parlando dell’espressione “I look forward to doing something”. È presente un’eccezione grammaticale particolare, cioè quella della forma al gerundio o la famosa “ing form” dopo il marcatore dell’infinito “to”. Normalmente, infatti, questo marcatore è seguito da un verbo all’infinito, ma in questo caso è seguito da un gerundio.

In entrambi i casi, il significato è quello di “non vedere l’ora di”, ma vi stiamo proponendo due possibilità che avrete a disposizione quando vi capiterà di nuovo di trovarvi in difficoltà.

Quello che è sicuramente da capire da questo esempio, è che spesso si tende a sottovalutare le difficoltà dell’italiano, focalizzandosi troppo su quelle delle lingue straniere. Per imparare una lingua, si deve sempre e comunque partire dalla propria lingua madre, capirla, “smontarla” e rifletterci su. Non si deve mai tentare di trovare una parola che possa tradurre in inglese lo stesso significato, ma quello che si deve tradurre è il concetto che la parola italiana esprime.

Per i conoscitori di altre lingue europee, si aggiunge qui di seguito una traduzione dell’espressione in questione in altre due lingue, con una piccola spiegazione.

In francese, può essere tradotta con l’espressione “avoir hâte de faire quelque chose”. In questo caso si pone l’accento sulla fretta di fare qualcosa. Letteralmente, infatti, significa “avere fretta di fare qualcosa”, ma, come si è già specificato, si deve tradurre il concetto e non le parole.

Infine, in tedesco, si ha l’espressione “sich auf etwas freuen”, che letteralmente significa “rallegrarsi per qualcosa che avverrà nel futuro e che quindi aspetto con impazienza”. Anche in questo caso si è tradotto il concetto e non le singole parole. Da non confondere con l’espressione “sich über etwas freuen”, che significa, invece, “rallegrarsi per qualcosa che sta accadendo in questo momento”.

Scritto da Francesco Chiapparicci

 

Altri articoli che vi possono essere utili sono sotto la categoria informazioni utili per gli italiani in UK.

 

 

Raffaella (Languages Alive Owner)

MA Intercultural Communication for Business & Professions

BA Hon in Spanish & French

CLTA Formazione per l’insegnamento dell’italiano, spagnolo e francese

Lavoriamo in partnership con le migliori scuole di inglese. Ci occupiamo di orientamento corsi di inglese IELTS, Cambridge, business, viaggi studio, adulti, ragazzi, bambini a partire dai 3 anni. Consigli su scuole private internazionali. Sconti per gli studenti europei. Inoltre si offrono servizi di interpretariato e traduzione. Scriveteci a info@languagesalive.com

Trovare l’anima gemella a Londra, difficile ma non impossibile


cupid-and-psyche-benjamin-west

Cari Amici con la A maiuscola, in quanto mi sento molto vicina a voi, e’ passato molto tempo dal mio ultimo post, ma non mi sentivo ispirata. Stasera ho deciso di scrivere un post su un argomento a noi molto caro; come trovare l’anima gemella a Londra.

Beh, prima di tutto bisogna dire, come penso voi gia’ sappiate, che Londra non e’ una citta’ facile per stabilire rapporti duraturi. Infatti, colpa del lavoro o solo di un desiderio di gratificazione immediata, Londra rimane la citta’ di incontri frugali, che accadono spesso in condizioni di ebbrezza. Londra e’ cambiata dal lontano 95 ma questo aspetto rimane sempre uguale; ragazze semi nude che cercano di attirare l’attenzione dei ragazzi piu’ interessati a ubriacarsi fino allo sfinimento. Non c’e’ da meravigliarsi se le nostre inglesine cercano quindi l’attenzione dei nostri maschietti italiani e latini in generale, ma questo e’ un altro discorso.

Veniamo a noi, dove cercare questa tanto sognata anima gemella nella citta’ dei peccati?

Al giorno d’oggi non si fa altro che parlare di incontri online con le app piu’ gettonate ossia Tinder e Happn. Tutte e due sono gratis da scaricare, basta fare un profilo con un paio o piu’ fotografie, molto facile connettersi tramite facebook, stabilire i nostri parametri di ricerca e iniziare a sfogliare tra i tanti profili. Attenzione, per Tinder si deve sfogliare verso sinistra se il candidato non vi soddisfa e a destra se vi piace, mentre con happn potete mettere un like e mandare un charm cosi che l’altra persona sappia del vostro interesse. Ma attenti leggete bene le bio, se ce ne sono, in quanto il figaccio in questione potrebbe non essere interessato a una storia a lungo termine e gia’ vi fa presente che gli piace amoreggiare con piu’ di una donzella.

Altri siti online includono match.com, lovestruck, cupid.com dove pero’ bisogna pagare per diverse memberships o avere un profilo basic con comunicazione limitata.

Se avete molti soldi da investire potete rivolgervi a una dating agency di lusso, normalmente ubicate nel quartiere di Mayfair queste agenzie mirano a farvi sposare l’uomo o la donna dei vostri sogni. Nessuna in particolare da segnalare le trovate facendo un google con luxury dating agencies in London. Una mia amica paga piu’ di 1000 sterline l’anno per incontrare il suo principe azzurro o meglio dire d’oro. Se riesce a sposarsi tra un anno magari ci faccio anch’io un pensierino ah ah ah.

Quello che pero vi consiglio di piu’ e’ di uscire e conoscere gente possibilmente non ubriaca nei posti piu’ eleganti di Londra come il Madison a St Paul’s, Kensington Roof Terrace, Bodos Schloss tutti e due situati a high street Kensington, Aura e Mahiki a Mayfair. Se volete una crowd alternativa allora rivolgetevi verso East London ossia a Shoreditch, Old St, Brick Lane.

Per concludere ci sono molti metodi per cercare l’anima gemella, ma conoscere amici di amici resta comunque l’approccio piu’ indicato. Spesso e’ la maniera piu’ efficace per incontrare il nostro lui/lei.

Allora che dire di piu’, in bocca al lupo!

Voi accoppiati come vi siete conosciuti?

Ciao da Raffaella a Londra dal 95′

Orientamento corsi di inglese, IELTS, Cambridge, business, campus, adulti, ragazzi, bambini a partire dai 3 anni. Consigli su scuole private internazionali. Contattatemi a raffaella@languagesalive.com

 

 

 

Dove andate a fare la spesa? Gli inglesi vi classificano così.


supermarkets

Pensate che tutti i supermercati in Inghilterra siano solo dei luoghi in cui fare la spesa? Vi sbagliate, non tutti vendono la stessa varieta’ di cibo, ma soprattutto, se siete nuovi non avrete ancora notato la notevole differenza di classe sociale che i vari supermercati rappresentano.

Che cosa voglio insinuare? Si’ proprio cosi’, mentre in Italia la gente compra in vari supermercati, magari scelti per la vicinanza alla propria casa o ufficio, in Inghilterra  si predilige un supermercato non solo per la qualita’ del cibo, ma per il livello sociale che questo rappresenta.

Prendiamo per esempio ICELAND che offre una grande varieta’ di cibo congelato a prezzi molto modici, raramente vede una clientela con giacca e cravatta che si affretta per fare la spesa dopo l’ufficio. Infatti per lo piu’, i suoi clienti sono giovani e molte casalinghe con un reddito annuo abbastanza basso.

Cosi’ e per LIDL che gia’ conosciamo in Italia e che da noi e’ rispettabilissimo. A quanto pare qui i forti sconti sono visti come sinonimo di poverta’. Io personalmente lo trovo molto conveniente per comprare olio, parmigiano e mozzarella, ma ci sono cosi’ tante offerte.

Poi arriviamo a un livello meno basso ma pur sempre costitutito da vari supermercati che si fanno la guerra stracciando i prezzi il piu’ possibile per accaparrarsi i clienti. Parlo di TESCO – MORRISSONS e ASDA. Questi tre supermercati offrono anche un’opzione basic ossia la piu’ economica. Dal pesce, alla carne alla pasta possiamo acquistare questi prodotti a un costo ridottissimo.

Segue Sainsbury’s frequentato da una clientela intermedia fatta da giovani professionisti che ancora hanno un budget limitato o dalla classe media che comunque ancora deve guardare al centesimo. Molte le offerte devo dire, anche qui abbiamo l’opzione basic e anche l’opzione taste the difference un po’ piu’ cara ma sempre meno delle grandi marche. Io sinceramente vado qui perche’ ce l’ho proprio dietro casa.

Ma dove vanno i ricchi vi chiederete?

Loro vanno solo da Marks & Spencers, Waitrose e Wholefood. Si’, possono vivere anche vicino a un Tesco, ma loro andranno sempre a uno di questi supermercati. Dicono che la qualita’ del cibo sia migliore, ma io ritengo che ci sia piu’ varieta’ e per quello possiamo trovare alcuni prodotti che non troviamo negli altri. Un esempio sono le punte d’ago per fare la minestrina, le trovate solo da Waitrose a parte nelle deli italiane naturalmente. Anche questi supermercati hanno le loro opzioni piu’ economiche che non si chiamano basic ma essential.

Tip: Se volete risparmiare, in qualsiasi supermercato dopo una certa ora, verso le 17:00, ci sara’ uno scaffale con prodotti dai prezzi ridottissimi perche’ scadono nello stesso giorno. Comprateli e surgelateli!

Insomma avete capito come funziona? E voi dove andate a fare la spesa?

Ciao a tutti

Raffaella a Londra dal 95′

Orientamento corsi di inglese, IELTS, Cambridge, business, campus, adulti, ragazzi, bambini a partire dai 3 anni. Consigli su scuole private internazionali. Contattatemi a raffaella@languagesalive.com