Perché ho deciso di sfidare Londra


Habits-of-super-successful-people

Carissimi amici, vi domandate spesso chi ve l’ ha fatto fare di venire a Londra? Non riuscite proprio a sopportare il clima e vi sentite in imbarazzo quando parlate inglese? Beh, non siete gli unici, sappiate che prima o poi quasi tutti e dico anche i laureati in lingua sono passati per questa fase.

Oggi ho deciso di raccontarvi un po’ della mia esperienza di vita oramai londinese per darvi un po’ di supporto e dimostrare che superato il primo impatto Londra rimane comunque una giungla, ma diventera’ una giungla dove saprete muovervi ad occhi chiusi. Certo il percorso non e’ dei piu’ facili soprattutto se arrivate qui con un inglese scolastico e quindi scarso come il mio nel lontano 95. E si’ non sapevo proprio masticare una parola di inglese anche se l’avevo studiato per ben 5 anni alle superiori. All’epoca si riusciva ancora a trovare lavori umili con un inglese pari quasi a zero.

La mia prima esperienza lavorativa fu nel Mc Donald dopo una valanga di rifiuti ricevuti nel campo della ristorazione e non.Ero andata via dall’Italia perche’ volevo la mia indipendenza e il solo pensiero di studiare dopo le superiori mi dava il volta stomaco. Poco immaginavo che dopo un mese di lavoro al Mac Donald mi sarei iscritta a un corso di inglese. L’entusiasmo di aver conseguito il primo lavoro a Londra svani ben presto in quanto mi resi conto che le mie capacita’ linguistiche e quindi comunicative erano ben limitate. Non so quanti strilli mi sono beccata perche’ non capivo quello che dicevano i manager. Fatto sta che da quel istante cominciai a frequentare il corso di inglese. Dopo alcuni mesi mi sentivo piu’ sicura e decisi che era ora di cambiare lavoro. Con mia grande soddisfazione ci riusci quasi subito entrando a lavorare con quasi tutti inglesi, ero l unica con un livello di inglese intermedio. Sapevo che avrei dovuto continuare i miei studi e cosi la sera andavo al college dopo il lavoro.

In brevi parole, riusci a prendere il Cambridge first Certificate e con questo entrai a lavorare in ufficio per un call centre per la prima volta. Avevo 21 anni. Iniziai anche a viaggiare in giro per il mondo quando avevo delle vacanze. Ma non mi bastava, volevo di piu’, cosi spinta dalla passione per le lingue decisi di continuare i miei studi ed iscrivermi all’universita’ che ovviamente richiedeva un certo livello di inglese. Anche questa volta ci riusci, l’universita’ duro’ 4 anni con un anno di Erasmus pagato. Un’esperienza fantastica!

Volevo viaggiare non volevo piu’ stare a Londra, feci l’ application per lavorare sulle navi da crociera come staff delle escursioni e mi diedero il lavoro, ero super contenta. Dopo tre anni tra navi e Costa Rica ritornai a Londra. Di recente ho completato un master in comunicazione interculturale e ben sei anni fa ho aperto una mia attivita’ insegnando italiano e spagnolo e facendo orientamento per i corsi di inglese per adulti, bambini e teen agers. Sono arrivata a guadagnare anche £100 l’ora.

Tutto questo per dirvi, non vi buttate giu’, stringete i denti e cercate sempre di migliorare voi stessi. Non abbiate paura ad esprimervi anche se con difficolta’, insomma non gettate la spugna. Cliche’ ma VOLERE e’ si’ POTERE.

In bocca al lupo a tutti voi

ps e la vostra di esperienza com’e’ stata? Commentate pure sotto grazie

Per info su corsi di inglese contattatemi a raffaella@languagesalive.com assistenza e accompagnamento gratuito.IELTS e Cambridge per entrare all’universita’, inglese generale e business. Corsi intensivi semi-intensivi – part time anche di sera.

 

 

 

Advertisements

DOVE CERCARE LAVORO A LONDRA


trovare-lavoro-a-londra

Allora carissimi amici, siete appena arrivati a Londra o siete qua gia’ da un po’? Vi chiedete quali siti visitare per trovare lavoro? Sito gettonato che offre un po’ di tutto e’ senza dubbio www.gumtree.com Il sito spazia da lavori in ristorazione a lavori in marketing PR, nannies, ai lavori part time e per il weekend. Se volete accellerare la vostra ricerca e vedere chi cerca personale che parli italiano inserite questo termine come parola chiave magari insieme al lavoro che desiderate fare e i risultati saranno piu’ mirati.

Un sito da non sottovalutare e’ quello del Guardian https://jobs.theguardian.com/ anche qui i lavori sono molti in diversi campi, tuttavia, richiedono un livello di inglese abbastanza elevato.

Seguono i siti che vale la pena visitare http://www.totaljobs.com/    http://www.multilingualvacancies.com/ http://www.toplanguagejobs.co.uk/  www.reed.co.uk http://www.indeed.co.ukhttps://www.hospitalityjobsuk.co.uk/  http://www.eurolondon.com/

Per le Nannies segnalo www.royalnannies.co.uk

Per insegnanti di secondary, primary e nursery ma anche per assistenti, per favore contattatemi. E’ richiesto un buon livello di inglese.

Reality check: Se parlate poco o un inglese medio preparatevi a fare lavori umili, come me che all’inizio ho lavorato da Mc Donald’s. Potete sempre migliorare la vostra situazione iscrivendovi a un corso di inglese anche part time per poi aspirare a prendere titoli riconosciuti.

Consiglio: Una volta raggiunto un buon livello di inglese, pensate bene a continuare gli studi anche se iniziate tardi perche’ la laurea qui in inghilterra e’ richiesta per quasi tutti i lavori d’ufficio. Per dare uno sguardo a come applicare guardate il sito dell’ UCAS

Spero il post vi sia piaciuto

Un saluto e un in bocca al lupo a tutti voi.

Raffaella a Londra dal 95

Orientamento corsi di inglese, adulti, teenagers e bambini a Londra, Oxford e Stratford Upon Avon. Anche corsi IELTS ,CAMBRIDGE E TEACHING TRAINING  Se interessati contattatemi a raffaella@languagesalive.com

Consigli su come aprire un conto bancario a Londra.


bank-accounts

Appena arrivati a Londra, una delle primissime cose che vi capiterà di fare sarà aprire un conto corrente inglese, soprattutto se trovate subito lavoro e dovete ricevere il primo stipendio, dato che, generalmente, non può essere accreditato su un conto estero.

La cosa bella dei conti inglesi è che non hanno alcun tipo di commissione bancaria o di costi di apertura, gestione e, se si torna in Italia, si può chiudere facilmente recandosi in una filiale o addirittura per telefono. Inoltre, un altro vantaggio di aprire un conto inglese è sicuramente il notevole risparmio che avrete sulle commissioni che altrimenti paghereste se usaste la carta italiana.

Aprire il conto è semplice e soprattutto molto veloce, e servono essenzialmente due documenti: un documento di identità e una prova di residenza.

Molti italiani hanno difficoltà ad aprire il conto perché non possiedono il passaporto e la carta d’identità (cartacea) spesso non è accettata dalle banche. In realtà, questo non dovrebbe accadere perché nessuno può contestare un documento valido di un cittadino europea ma, statene certi, potrebbero fare storie. Il mio consiglio è, se potete, di farvi il passaporto prima di partire, con quello non avrete mai problemi. La prova di residenza, invece, non è altro che avere un documento che dimostri che state vivendo nel Regno Unito, dunque un contratto di casa, una bolletta, etc. Se siete in un ostello, una residenza universitaria o venite come ragazzo/a alla pari fatevi dare chi vi ospita la prova di residenza.

Se vi recate in una filiale per aprire il conto potrebbe succedere che, se il vostro livello di inglese non e’ molto buono, vi diranno di fare prima la registrazione on line e poi di ritornare. Per questo se avete difficoltà potrete sempre farvi aiutare da qualche amico o conoscente, ma vi assicuro che la registrazione è molto facile.

Una volta fatto il tutto, arriverà per posta in tempi molto rapidi sia la carta che il pin in due buste separate. Ricordatevi di firmare dietro la carta!

Ma esiste una banca che offre condizioni migliori di altre? La risposta è no. Ogni banca vale davvero un’altra. Le maggiori banche come Barclays, Santander, Lloyds, HSBC, Royal Bank of Scotland e Natwest e ti permettono di fare più o meno le stesse cose, alle stesse condizioni e hanno tutte filiali in ogni quartiere di Londra. Scegliete quindi semplicemente quella più vicina o quella che vi fa meno problemi, se siete provvisti solo di carta d’identità.

Maria Paola Fortuna

Per assistenza gratuita per corsi di inglese anche IELTS e CAMBRIDGE  e alloggi in famiglia o residenze universitarie scrivete sotto o mandate un email a raffaella@languagesalive.com

Grazie Raffaella