Che vuol dire avere le formiche nei pantaloni?


Salve ragazzi! Ecco a voi altri modi di dire che utilizzano diversi animali! Io li ho trovati molto divertenti. Enjoy!

animal1 animal2 animal3 animal4

Se ne volete sapere di più, terremo il nostro Open Day il 9 di marzo 2017 alle 11:00 e alle 18:00, gli incaricati della scuola che si trova su Oxford Street ed è operativa da 40 anni, vi daranno tutte le informazioni utili per scegliere il corso più adatto a voi.

Ci sarà inoltre la possibilità di parlare direttamente con il Direttore degli studi che vi potrà consigliare su quante settimane avrete bisogno per raggiungere i vostri obiettivi senza buttare via i vostri soldi in corsi lunghi e poco efficaci tenuti da moltissime scuole qui a Londra.

Se non vi trovate a Londra, contattatemi quando volete.

Se invece volete prenotare il vostro posto gratuito per favore scrivetemi a raffaella@languagesalive.com o FB Raffaella Palumbo – London

Ps Caffè, tè e dolcetti offerti da me e dalla scuola

Vi aspetto!

Raffaella a Londra dal 95’

MA in Intercultural Communication in Business and Professions (Birkbeck University, London)

BA HON French and Spanish (Kingston University, Surrey)

CLTA Teaching training for adults (IH Holborn, London)

 

Source: Teaching English Creative and Innovative

Modi di dire:drink like a fish? Scoprite cosa vuol dire.


Ciao amici, ho pensato di condividere con voi alcuni modi di dire, sono sempre utili e arricchiscono il nostro linguaggio. Buona serata!

Se ne volete sapere di più, terremo il nostro Open Day il 23 di febbraio 2017 alle 11:00 e alle 18:00, gli incaricati della scuola che si trova su Oxford Street ed è operativa da 40 anni, vi daranno tutte le informazioni utili per scegliere il corso più adatto a voi.

Ci sarà inoltre la possibilità di parlare direttamente con il Direttore degli studi che vi potrà consigliare su quante settimane avrete bisogno per raggiungere i vostri obiettivi senza buttare via i vostri soldi in corsi lunghi e poco efficaci tenuti da moltissime scuole qui a Londra.

Se volete prenotare il vostro posto gratuito per favore scrivetemi a raffaella@languagesalive.com o FB Raffaella Palumbo – London

Ps Caffè, tè e dolcetti offerti da me e dalla scuola

Vi aspetto!

Raffaella a Londra dal 95’

MA in Intercultural Communication in Business and Professions (Birkbeck University, London)

BA HON French and Spanish (Kingston University, Surrey)

CLTA Teaching training for adults (IH Holborn, London)

Source: American English at State

In che zona di Londra vivreste?


zoningmap1.jpg

Ciao Amici,

Oggi ho deciso di pubblicare questo post per aiutarvi a scegliere la zona di Londra più adatta a voi nel caso in cui stiate per trasferirvi , o siete nuovi in città e volete cambiare casa. Non lasciatevi incantare dal centro, a Londra ci sono molte zone in cui non è molto piacevole vivere ed io ne ho sperimentate abbastanza.

 

Allora inziamo dal codice postale N:

Se avete un budget abbastanza alto: Highgate

Budget medio: Crouch End

Budget basso: Finsbury Park

Attenzione a  South Tottenham, Seven Sisters e Edmonton

 

Codice postale E

Il codice E rappresenta molte zone che non erano molto desiderabili fino a qualche tempo fa. Infatti in prezzi tendono ad essere più bassi se non si considera Shoreditch e Brick lane i cui affitti sono cresciuti a dismisura perché’ ritenute zone trendy.

Budget alto: Shoreditch  & Brick lane

Medio: Wapping

Basso: Hackney in alcune parti solo, Walthamstow, Dalston e Whitechapel.

Attenzione ad alcune parti di Hackney, Beckton e East & West Ham.

 

Veniamo poi al codice postale S che include alcune delle zone migliori e peggiori di Londra. Alcune aree sono molto abbordabili ideali per le famiglie, ma anche per la vita notturna, mentre altre non sono buone per nessuna delle due cose.

Budget alto: Blackheath

Medio: Greenwich

Basso: Abbey Wood, Kennington, Herne Hill, New Cross and Peckham

Attenzione a: Lewisham, Elephant and Castle e Thamesmead.

 

Codice postale SW non sta ad indicare solamente le zone al sud del Tamigi, ma include le zone più desiderabili per vivere al mondo al nord del fiume.

Budget alto: Belgravia. Chelsea, South Kensington e Victoria

Budget medio: Earl’s Court e Fulham, Clapham Common, Pimlico

Budget medio basso: alcune parti di Clapham, Wandsworth e Battersea, Tooting, Streatham.

Attenzione a: Stockwell, South Wimbledon e Brixton anche se sta diventando sempre più trendy con una movimentata vita notturna.

 

Codice W include zone del tutto accessibili e zone con prezzi stellari. Ricordate che più a ovest andate più sentirete i rumori degli aerei in volo.

Budget alto: Mayfair zona esclusiva di Londra

Medio alto: Bayswater e Fitzrovia.

Basso: Hammersmith e Acton.

Attenzione a North Kensington (specialmente vicino alla stazione di Latimer Road) e White City.

 

Arriviamo al codice NW che include anche alcune delle case più desiderate a Londra e alcune delle case popolari più povere di tutta la Gran Bretagna. Quindi si può trovare un ambiente molto calmo o pieno di vita notturna come a Camden. La scelta è vostra

 

Budget alto: Hampstead e Primrose Hill.

Medio alto Belsize Park (vicino a Chalk Farm), Tufnell Park e Queen’s Park.

Basso Kilburn, Willesden, e Kentish Town.

Attenzione a South Hampstead, Camden Town, e  Sommers Town.

 

 Codici WC/EC:  WC sta indicare zone vicine al west end ossia Piccadilly, Oxford St ect mentre EC fa parte della city come Bank, St Paul’s e Cannon Street. Onestamente pochi Londinesi possono permettersi di abitarci e se avete la possibilita’ beati voi!

Io vivo a Clapham e voi?

Spero questo post vi sia piaciuto, stay tuned per altre informazioni su Londra.

Ciao da Raffaella a Londra dal 95

 

Orientamento corsi di inglese, IELTS, Cambridge, business, campus, adulti, ragazzi, bambini a partire dai 3 anni. Consigli su scuole private internazionali. Contattatemi a raffaella@languagesalive.com

In amore vince chi scappa


high fashion portrait of elegant woman in black and white hat an

 

Amiche, vi siete mai chieste perché quando siamo troppo carine con gli uomini loro scappano a gambe levate? Io me lo sono chiesta per più di 20 anni, soprattutto durante il mio soggiorno a Londra, e anche se ho letto libri al proposito, non sono mai riuscita a non essere la brava ragazza che si preoccupa e che fa del tutto per accomodare i suoi desideri.

Beh, adesso alla bellezza di … non ve lo dico, ma abbastanza anni, ho realizzato che la teoria della “stronzetta” è davvero valida. Non rendersi troppo disponibili e concentrarsi più sulla propria vita è un vero e proprio turn on per i maschietti e per il loro ego.

L’ultima volta che sono stata super carina, qualche mese fa, è stato quando ho conosciuto questo ragazzo bellino con la passione per la lingua italiana. Abbiamo cliccato subito e ci siamo dati appuntamento per continuare la nostra piacevole conversazione. Sembrava avessi trovato un ragazzo gentile ed educato.

Troppo bello per essere vero, dopo due belle dates infatti il nostro bel gallesino scompare nel nulla!

Conclusione, questa è solo una delle volte in cui sono rimasta delusa, giusto recentemente ho applicato la teoria della stronzetta e con mia grande sorpresa funziona davvero! E allora amiche perché fare da zerbino agli uomini, abbiamo il dovere di rispettare noi stesse!

E la vostra esperienza com’è stata?

Maschietti scusate, ma siete un po’ stronzetti (non tutti ovviamente, e comunque ci piacete ugualemente).

 

Ciao da Raffaella a Londra dal 95′

Orientamento corsi di inglese, IELTS, Cambridge, business, campus, adulti, ragazzi, bambini a partire dai 3 anni. Consigli su scuole private internazionali. Contattatemi a raffaella@languagesalive.com

 

 

 

Le migliori Università del Regno Unito


uni

Avete mai contemplato l’idea di inziare o proseguire gli studi nel Regno Unito? Vi domandate il perche’ investire una considervole somma di denaro per studiare? La risposta e’ molto semplice, quasi ovvia: prospettive di lavoro migliori con possibilita’ di fare carriera facilmente. In inghilterra, la maggior parte dei lavori d’ufficio richiedono una laurea di almeno 3 anni a meno che non vogliate lavorare nel customer service, market research e call centre a vita. Il voto minimo per accedere a lavori di un certo livello e’ il 2.1

Vi spiego; negli studi cosi detti undergraduate la percentuale per prendere la laurea e’ del 40% parliamo di laurearsi con  un third praticamente, facilissimo direte, ma udite udite, se ottenete la laurea con un third potete anche buttarla nel ce..o. Anche con il voto successivo un 2.2 non sara’ molto facile entrare nelle aziende che per la maggior parte richiedono un 2.1 o un first che come dice la parola sarebbe il voto massimo.

Nella decisione di quale universita’ frequentare, influisce molto la sua reputazione e la validita’ dei corsi. Per questo motivo ho pensato di informarvi sulle universita’ piu’ quotate nel Regno Unito. Allora iniziamo:

Al numero uno senza ombra di dubbio si trova la famosa Cambridge, seguita dalla non meno famosa  Oxford. Segue poi la St Andrews, Surrey, Bath, Durham, Warwick, Imperial  College, Exeter, Lancaster, Loughborough e UCL. Per una lista completa potete consultare il sito del giornale The Guardian http://www.theguardian.com

Non siete sicuri quale scegliere e volete saperne di piu’? Vi consiglio di andare agli open days: delle giornate o serate in cui le universita’ mettono a disposizione il loro personale per rispondere ad ogni vostro dubbio o incertezza. Potete consultare questo sito www.opendays.com

Per entrare nelle universita’ inglesi tenete in considerazione che avrete bisogno di un punteggio abbastanza alto dello IELTS o almeno il certificato advanced del Cambridge. Una volta fatta domanda saranno le universita’ a decidere di offrirvi direttamente il posto o di chiamarvi per un colloquio o chiedervi di scrivere un essay o di rifiutare la vostra domanda senza dare spiegazioni. Per ulteriori informazioni su come fare l’application potete consultare il sito UCAS

Personalmente, fare l’universita’ in Surrey e poi a Londra e’ stata un’esperienza fantastica anche se ho investito una notevole somma di denaro, un investimento che mi ha consentito di accedere ad ogni lavoro che ho voluto fare. Quindi vi consiglio vivamente di pensarci su e valutare bene cosa volete fare da grandi…

Al prossimo post

In bocca al lupo!

Ps quella nella foto sono io, troppo contenta di aver finito il mio Master

Raffaella

A Londra dal 95′

Orientamento corsi di inglese per adulti, teenagers, bambini. IELTS, Cambridge, inglese generale e business. Per ulteriori informazioni contattatemi a raffaella@languagesalive.com

 

 

 

Perché ho deciso di sfidare Londra


Habits-of-super-successful-people

Carissimi amici, vi domandate spesso chi ve l’ ha fatto fare di venire a Londra? Non riuscite proprio a sopportare il clima e vi sentite in imbarazzo quando parlate inglese? Beh, non siete gli unici, sappiate che prima o poi quasi tutti e dico anche i laureati in lingua sono passati per questa fase.

Oggi ho deciso di raccontarvi un po’ della mia esperienza di vita oramai londinese per darvi un po’ di supporto e dimostrare che superato il primo impatto Londra rimane comunque una giungla, ma diventera’ una giungla dove saprete muovervi ad occhi chiusi. Certo il percorso non e’ dei piu’ facili soprattutto se arrivate qui con un inglese scolastico e quindi scarso come il mio nel lontano 95. E si’ non sapevo proprio masticare una parola di inglese anche se l’avevo studiato per ben 5 anni alle superiori. All’epoca si riusciva ancora a trovare lavori umili con un inglese pari quasi a zero.

La mia prima esperienza lavorativa fu nel Mc Donald dopo una valanga di rifiuti ricevuti nel campo della ristorazione e non.Ero andata via dall’Italia perche’ volevo la mia indipendenza e il solo pensiero di studiare dopo le superiori mi dava il volta stomaco. Poco immaginavo che dopo un mese di lavoro al Mac Donald mi sarei iscritta a un corso di inglese. L’entusiasmo di aver conseguito il primo lavoro a Londra svani ben presto in quanto mi resi conto che le mie capacita’ linguistiche e quindi comunicative erano ben limitate. Non so quanti strilli mi sono beccata perche’ non capivo quello che dicevano i manager. Fatto sta che da quel istante cominciai a frequentare il corso di inglese. Dopo alcuni mesi mi sentivo piu’ sicura e decisi che era ora di cambiare lavoro. Con mia grande soddisfazione ci riusci quasi subito entrando a lavorare con quasi tutti inglesi, ero l unica con un livello di inglese intermedio. Sapevo che avrei dovuto continuare i miei studi e cosi la sera andavo al college dopo il lavoro.

In brevi parole, riusci a prendere il Cambridge first Certificate e con questo entrai a lavorare in ufficio per un call centre per la prima volta. Avevo 21 anni. Iniziai anche a viaggiare in giro per il mondo quando avevo delle vacanze. Ma non mi bastava, volevo di piu’, cosi spinta dalla passione per le lingue decisi di continuare i miei studi ed iscrivermi all’universita’ che ovviamente richiedeva un certo livello di inglese. Anche questa volta ci riusci, l’universita’ duro’ 4 anni con un anno di Erasmus pagato. Un’esperienza fantastica!

Volevo viaggiare non volevo piu’ stare a Londra, feci l’ application per lavorare sulle navi da crociera come staff delle escursioni e mi diedero il lavoro, ero super contenta. Dopo tre anni tra navi e Costa Rica ritornai a Londra. Di recente ho completato un master in comunicazione interculturale e ben sei anni fa ho aperto una mia attivita’ insegnando italiano e spagnolo e facendo orientamento per i corsi di inglese per adulti, bambini e teen agers. Sono arrivata a guadagnare anche £100 l’ora.

Tutto questo per dirvi, non vi buttate giu’, stringete i denti e cercate sempre di migliorare voi stessi. Non abbiate paura ad esprimervi anche se con difficolta’, insomma non gettate la spugna. Cliche’ ma VOLERE e’ si’ POTERE.

In bocca al lupo a tutti voi

ps e la vostra di esperienza com’e’ stata? Commentate pure sotto grazie

Per info su corsi di inglese contattatemi a raffaella@languagesalive.com assistenza e accompagnamento gratuito.IELTS e Cambridge per entrare all’universita’, inglese generale e business. Corsi intensivi semi-intensivi – part time anche di sera.

 

 

 

Tutto sul National Insurance No


maxresdefault

La primissima cosa da fare appena giunti a Londra, sia che i motivi siano di lavoro e sia di studio, è quella di procurarsi il famoso NIN (National Insurance Number), un codice alfanumerico di 9 grafemi, che potrebbe essere paragonato al nostro codice fiscale in quanto ci identifica legalmente. È necessario dunque per lavorare (ci garantisce che tasse e contribuiti siano versati senza problemi o dal nostro datore di lavoro, se ne abbiamo uno, o volontariamente, se lavoriamo in proprio), ma anche per chiedere benefits e prestiti per studenti, per ottenere servizi sanitari e per poter riscuotere in futuro la nostra pensione.

Ottenerlo è molto semplice. Bisogna chiamare il Job Centre Plus al numero 0345 600 0643, dal lunedì al venerdì dalla 8:00 alle 18:00 e fissare un appuntamento. Nota bene che non si può chiamare questo numero dall’estero, dunque per chiamare dobbiamo procurarci prima una tessera telefonica inglese. Il colloquio telefonico consiste in domande molto semplici necessarie a identificarci, quindi se si è al momento in UK, dati personali, indirizzo inglese (se non se ne ha uno fisso, è possibile comunicarne uno qualsiasi; si potrà cambiare in seguito l’indirizzo), data di arrivo in UK e perché si vuole ottenere il NIN. Dopodiché, ci verrà dato un appuntamento per un colloquio di persona, che servirà a verificare la nostra identità, nella sede più vicina a dove viviamo (ce ne sono tre: una a Camden, una a Whitechapel e l’altra a Tooting) e ci spediranno a casa una lettera con l’indirizzo di questo job centre come conferma. La telefonata è a pagamento, dunque è fondamentale essere chiari e concisi se non vogliamo finire tutti i soldi nella carta.

Durante il colloquio ci verranno richieste più o meno le stesse cose e verrà verificata la veridicità dei nostri documenti, dunque non vanno dimenticati assieme alla lettera del datore di lavoro e del contratto, se si lavora già, o a quella delle agenzie di reclutamento, se non si ha ancora un lavoro.

I tempi di attesa per avere il nostro NIN variano da 3 a 6 settimane. Non è necessario averlo per iniziare a lavorare, ma basterà comunicare al proprio datore di lavoro che se ne è stata fatta richiesta. Se questo periodo viene superato conviene chiamare e domandare se è stato già spedito o meno. Una volta ricevuto, si consiglia di scrivere il NIN da qualche parte perché non è necessario avere la carta plastificata, ma semplicemente conoscere il proprio numero. Se lo si perde, si può cercarlo in documenti come il P60 o una busta paga oppure, in casi più estremi, bisognerà compilare il form CA5403 che verrà recapitato automaticamente all’HMRC.

Articolo scritto dalla nostra collaboratrice Maria Paola Fortuna

Informazioni anche riguardo corsi di inglese e accesso alle universita’. Scriveteci a raffaella@languagesalive.com o commentate qui sotto. Grazie